Guide Zero Waste, Speciali

Decori di Natale Zero Waste


Warning: Parameter 2 to wp_hide_post_Public::query_posts_join() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.retezerowaste.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: Parameter 2 to wp_hide_post_Public::query_posts_join() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.retezerowaste.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: Parameter 2 to wp_hide_post_Public::query_posts_join() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.retezerowaste.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Warning: Parameter 2 to wp_hide_post_Public::query_posts_join() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.retezerowaste.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

Il mese di Dicembre è iniziato, e Natale si avvicina. È tempo di prepararsi per le feste, di rendere la casa accogliente per gli ospiti, di deliziare i piccoli con i decori e le tradizioni natalizie.

Eh sì, decorare (magari tutti insieme) fa parte della tradizione! E a noi della Rete Zero Waste piace unire il bello di questa festa con il rispetto per l’ambiente. Abbiamo pensato perciò ad un Natale con decori zero waste, incominciando proprio dall’albero.

Difficile? Impossibile? Assolutamente no! I decori, se pensati con il cuore, possono rendere il Natale ancora più magico!

Un Albero di Natale…verde!

La prima regola per noi è sempre il riuso: di qualsiasi materiale sia fatto, l’albero più verde è quello che abbiamo già, e che anno dopo anno aspetta solo di essere usato di nuovo.

Ma se non si possiede un albero, ecco le idee per averne uno ad impatto (quasi) zero:

  • Albero usato – Comprare un albero di plastica in un negozio dell’usato è un’ottima idea, qualsiasi siano i materiali di cui è fatto. Si può anche chiedere ad amici e parenti se ne hanno uno che non usano più…potreste sorprendervi di quanti alberi può avere vostra zia in soffitta.
  • Pianta da interno – Chi ha detto che solo l’abete è natalizio? Qualsiasi pianta da interno può essere promossa per un mese ad albero di Natale, giocando con luci e decorazioni. Un esempio? Basta mettere un bel fiocco rosso al vaso ed è fatta! I vantaggi sono che la pianta è sicuramente adatta a vivere nel vostro appartamento (e in vaso), e sopravviverà anche dopo il Natale, quando verranno tolti i decori.
  • Albero del giardino – Non solo in casa, l’albero potrebbe anche stare in giardino. Magari preferendone uno visibile dalle finestre della sala più vissuta o dove si festeggerà con la famiglia. Questo permette di usare anche specie che non sopravviverebbero in un vaso o un intero mese in un appartamento riscaldato, e di avere un albero di dimensioni ancora maggiori dove sbizzarrirsi con i decori.
  • Alberello in stoffa – Per chi ha manualità con ago e filo, sarà divertente creare un albero con scampoli di stoffa o feltro. Qualsiasi tecnica è ben accetta: patchwork, macchina da cucire, ricami, cucitura a mano… Bisogna solo decidere le dimensioni, e in che modo dare forma all’albero:
    • imbottito, soffice come un cuscino, adatto anche alle manine curiose dei più piccoli
    • imbottito, ma in modo da dargli tridimensionalità per farlo stare in piedi da solo
    • trapuntato, da appendere al muro
    • tre triangoli grandi di stoffa, che con altrettanti pali diventano un albero stile tenda indiana (dentro la quale si può anche giocare, o nascondere i regali la Vigilia!)
  • Rami raccolti durante le passeggiate – Anche questo è un modo estremamente valido per creare un albero dal sapore minimalista e chic, con pochissima spesa e fatica. Lasciatevi guidare dalle dimensioni dei rami che avete raccolto per dare la forma al vostro albero.
    • Appendendo i rami al muro, con la lunghezza a scalare, come se fossero una mensola. I decori possono essere appesi ai rami, inchiodati oppure semplicemente poggiati sopra ciascun ramo.
    • Appesi al muro, ma con dei fili o dei nastri alle estremità che collegano ciascun ramo al successivo.
    • Scegliete un bel ramo secco con tanti rametti laterali e mettetelo in un vaso: con l’aggiunta degli addobbi sarà il vostro alberello.
  • Carta e cartone – Un semplice foglio di cartone può essere usato per creare un cono, che con i decori diventerà un albero dalle linee pulite e semplici. Oppure si possono facilmente fare piccoli alberelli da spargere in giro per la casa, utilizzando carta di riciclo e un paio di forbici.
  • Albero di oggetti vari – La forma dell’albero è grossomodo quella di una piramide, che può essere ricreata con tantissimi oggetti!
    • Per i bibliofili: impilate ordinatamente i vostri libri, partendo dalla base con i tomi più voluminosi e restringendo la circonferenza via via che salite verso l’alto, riducete il numero e lo spessore dei libri. Aggiungete strisce decorative e lucine a vostro piacimento.
    • Per i golosi: alberello di muffin, dolci o salati a vostra scelta! Oppure di bignè, di tortini, di mini quiches…
    • Per i pigri: alberello di…pacchetti e scatole regalo! Invece di metterli SOTTO l’albero, ecco che i doni diventano l’albero stesso. Un indubbio vantaggio è che, finita la festa, non ci sarà la tristezza di dover disfare l’albero: sarà già svanito al momento dello scambio dei doni!
  • Albero senza albero – Minimalista e di grande effetto: appendete alla parete le luci e le decorazioni in forma grossomodo triangolare, darete vita al vostro “albero senz’albero”.

Decori da appendere all’albero

 

Se si ha già un albero, anche gli addobbi possono tingersi di verde. Basta preferire il riuso e il riciclo creativo all’acquisto di nuovi decori. Oppure, se si decide di acquistarne di nuovi, fare un po’ di attenzione nella scelta dei materiali. E’ importante verificarne la sostenibilità, e possibilmente scegliere oggetti naturali e di buona qualità, in modo da durare a lungo e da poter essere adeguatamente conferiti a fine vita. Meglio quindi se in legno, cartoncino, metallo; oppure anche stoffa, lana, feltro.

  • Riuso – Largo quindi a comprare, o adottare da amici e familiari, i decori natalizi usati! Oppure potreste selezionare i decori più belli e amati dalla famiglia, e decidere di avere la tradizione di usare sempre gli stessi di anno in anno.
  • Commestibili – La tradizione di famiglia potrebbe invece essere quella di fare ogni anno tutti insieme i biscotti da appendere all’albero, (vietato mangiucchiarli prima però!). Altrimenti si possono utilizzare caramelle, i bastoncini di zucchero, frutta secca col guscio, mandarini e agrumi…
    Se l’albero è in giardino, si potrebbe cercare una ricetta con i semini, e lasciare che siano uccellini e animaletti a gustarsi i biscotti natalizi.
  • Formine di pasta di sale – Se l’idea di appendere il cibo all’albero non vi piace, ma ne apprezzate l’estetica, si possono fare dei finti biscotti con la pasta di sale, usando degli stampini natalizi. In alternativa basta un semplice stampino tondo (va bene anche un bicchiere!) e dipingerli dopo la cottura per dare un tocco natalizio. Anche i piccoli di casa vorranno partecipare!
  • Decori di stoffa e feltro – Usate la stoffa o il feltro per decorare il vostro albero, utilizzando le forme tradizionali del Natale e lasciando gli addobbi piatti o con una leggera imbottitura. Si possono creare così stelline, cuori, alberelli, fiocchi di neve, angioletti, renne e slitte, Babbo Natale, stelle comete, candele, palle di Natale, pupazzi di neve, fiocchetti…lasciate spazio alla vostra fantasia.
  • Addobbi di carta riciclata – Raccogliete le fotocopie, vecchi appunti o carta stampata, e prima di mandarla al riciclo, usatela per un decoro natalizio molto originale. Basta ritagliare i fogli per trasformarla in ghirlande, fiocchi, sagome natalizie…
    I più abili potranno cimentarsi con la tecnica giapponese degli origami, per un Natale che stupirà tutti per la sua semplicità e bellezza.

 


Articolo di Delia e Morgane.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *